Anteprima: si accendono i riflettori su Villa d’Este

concorso d'eleganza villa d'este

La manifestazione, sponsorizzata con orgoglio da BMW Classic, ha saputo adattarsi con maestria ai cambiamenti dei tempi, senza però tradire la propria identità. È proprio questo equilibrio tra tradizione e innovazione che rende il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este un evento così unico e affascinante.

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, un evento che incanta gli appassionati di auto d’epoca e di design automobilistico, si prepara a illuminare le rive del suggestivo lago di Como dal 24 al 26 maggio. Questo evento, il più longevo tra gli appuntamenti internazionali ancora in corso, non smette di stupire e di emozionare, mantenendo intatta la sua aura di esclusività e di fascino.

Ogni anno, l’attesa per il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è palpabile, un’anticipazione che cresce come il ronzio di un motore prima della partenza. La sua formula unica, che fonde magistralmente il fascino senza tempo delle vetture d’epoca con l’audacia delle concept car più moderne, attira un pubblico internazionale di appassionati, collezionisti e curiosi desiderosi di immergersi in un universo di eleganza e di stile automobilistico.

La manifestazione, sponsorizzata con orgoglio da BMW Classic, ha saputo adattarsi con maestria ai cambiamenti dei tempi, senza però tradire la propria identità. È proprio questo equilibrio tra tradizione e innovazione che rende il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este un evento così unico e affascinante.

Il cuore pulsante di questa straordinaria celebrazione automobilistica è, come sempre, la sfilata delle vetture partecipanti, che avrà luogo nella giornata di sabato 25 maggio. Tuttavia, l’emozione inizia a farsi sentire già nel tardo pomeriggio del giovedì, quando le auto storiche faranno la loro entrata trionfale al porto di Cernobbio con il Prelude Tour, offrendo un assaggio delle meraviglie che verranno.

La domenica, invece, sarà dedicata al pubblico e alle auto non in gara, con una festa che si sposterà a Villa Erba. Qui, la sfilata e le attività collaterali del Festival coinvolgeranno tutti gli appassionati, con una menzione speciale per le iconiche BMW Art Cars che hanno solcato le piste della leggendaria 24 Ore di Le Mans e per due nuove concept car della casa automobilistica bavarese.

Otto categorie di veicoli saranno oggetto di giudizio, con circa 50 vetture accuratamente selezionate che concorreranno per l’ambito riconoscimento. Ogni dettaglio sarà valutato con cura, perché al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este l’eccellenza è di casa e il prestigio è un premio ambito.

In attesa di alzare il sipario su questo straordinario spettacolo automobilistico, gli appassionati di tutto il mondo tengono il conto alla rovescia, pronti a lasciarsi incantare dalla bellezza senza tempo delle vetture d’epoca e dall’audacia delle concept car più moderne. Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è pronto a scrivere un nuovo capitolo nella storia dell’automobilismo, confermandosi ancora una volta come un’esperienza unica e indimenticabile per tutti gli amanti delle quattro ruote.

Il pubblico sarà il vero protagonista

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è pronto a sorprendere e deliziare non solo gli addetti ai lavori e i collezionisti internazionali più noti, ma anche gli appassionati comuni che desiderano immergersi nell’atmosfera magica del mondo dell’automobilismo d’élite. Ancora una volta, Villa Erba aprirà le sue porte per accogliere tutti coloro che vogliono passeggiare tra le meraviglie delle quattro ruote.

Il Festival, tradizionale esposizione pubblica della domenica, offre un’opportunità unica per i visitatori di ammirare da vicino le vetture partecipanti al concorso, avvicinandosi alla bellezza senza tempo delle auto d’epoca e alle innovazioni tecnologiche delle concept car.

Ma le sorprese non finiscono qui. Sabato 25, nel suggestivo parco di Villa Erba, si terrà per la terza volta Wheels & Weisswürscht, un evento dinamico e informale che aggiunge un tocco di vivacità e autenticità all’esperienza del Concorso d’Eleganza. Qui, oltre alle vetture del concorso, saranno esposte altre 150 classiche, offrendo agli appassionati la possibilità di scoprire una vasta gamma di modelli iconici e di entrare in contatto con veri e propri club automobilistici.

È un connubio perfetto tra tradizione e futuro, dove la passione per le quattro ruote si manifesta in tutte le sue sfumature. L’eleganza senza tempo delle vetture d’epoca si mescola con le innovazioni tecnologiche delle concept car, creando un’atmosfera unica e coinvolgente che parla al cuore di ogni appassionato di automobili.

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2024 si conferma così non solo come un evento esclusivo per pochi eletti, ma come una celebrazione dell’automobilismo accessibile a tutti, dove la bellezza, la storia e la passione si incontrano in un’esperienza indimenticabile per tutti gli amanti delle quattro ruote.

Il Best of Show da non perdere

Il palcoscenico dell’automobilismo d’élite si prepara ad accogliere un’autentica sinfonia di bellezza, prestigio e innovazione al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2024. Cinquanta vetture, ognuna rappresentante epoche e stili di vita automobilistici distinti, si preparano a sfidarsi per la gloria, mentre gli occhi del mondo dell’auto saranno puntati su questo evento unico.

Oltre alla competizione per la vittoria di classe, le vetture si contenderanno il prestigioso Trofeo BMW Group – Best of Show, destinato alla vettura più iconica dell’intero concorso. Una giuria di esperti sarà chiamata a valutare ogni dettaglio, premiando l’eleganza, l’innovazione e il prestigio incarnati dalla vettura vincitrice. Ma non è finita qui: il pubblico avrà la possibilità di esprimere il proprio giudizio attraverso il voto per la Coppa d’Oro, conferendo un riconoscimento speciale alla vettura più ammirata dalla folla.

Tra i premi speciali in palio, spiccano il Trofeo del Presidente, che onora l’auto che incarna al meglio lo spirito del concorso, e il Trofeo Il Canto del Motore, presentato dal tenore di fama mondiale Jonas Kaufmann, destinato al miglior sound del propulsore. Non mancheranno riconoscimenti dedicati alla relazione tra amicizia e passione per le automobili, con il premio Amici & Automobili, che celebra i legami unici che si formano tra gli appassionati di auto.

Ma quest’anno è anche un momento di festa per BMW, protagonista indiscussa dell’evento. Si celebra il 125° anniversario della nascita della Bayerische Motoren Werke e il 25° compleanno della BMW Z8, due traguardi significativi che saranno celebrati con esposizioni speciali e omaggi al marchio bavarese.

L’arte e la creatività si fondono con la meccanica di precisione nella ventesima BMW Art Car, un’opera unica firmata dall’artista americana Julie Mehretu, che sarà esposta insieme ad altre vetture d’arte durante il concorso, offrendo uno spettacolo di bellezza e innovazione.

Ma le sorprese non finiscono qui: i partecipanti avranno anche l’opportunità di assistere a due anteprime mondiali dell’elica, che sveleranno una sportiva con un tocco marittimo e una motocicletta dallo spirito rock ‘n’ roll, confermando la continua ricerca di BMW nell’innovazione e nell’eccellenza nel mondo dell’automobilismo.

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2024 promette di essere un’esperienza indimenticabile, un incontro straordinario tra passato, presente e futuro dell’automobilismo, dove la bellezza, l’eleganza e la passione si fondono in un’unica celebrazione dell’arte delle quattro ruote.

La ricorrenza Rolls Royce

Nel cuore del West Sussex, tra verdi colline e paesaggi mozzafiato, si cela un luogo che è diventato sinonimo di eleganza, prestigio e passione per l’automobilismo: Goodwood. Qui, al quartier generale di Rolls-Royce, il tempo sembra scorrere in modo diverso, segnato dall’incanto delle vetture di lusso che hanno fatto la storia dell’automobile.

Sono trascorsi 120 anni da quel fatidico incontro tra due figure destinate a lasciare un’impronta indelebile nel mondo dell’auto: Henry Royce, l’ingegnere geniale dietro ai motori più raffinati, e Charles Stewart Rolls, l’affascinante venditore che ha saputo trasformare un’auto in un simbolo di prestigio e lusso. Insieme, Royce e Rolls hanno contribuito a definire il concetto stesso di auto di lusso già agli albori del motorismo di massa, creando un’eredità che continua a brillare con luce propria ancora oggi.

Le odierne Phantom, Spectre, Cullinan e tutte le altre creazioni che portano il prestigioso marchio Rolls-Royce sono il risultato di un’evoluzione costante, ma anche il riflesso di una tradizione fatta di impegno, eccellenza e amore per i dettagli. Ogni vettura che esce dalle porte di Goodwood porta con sé un pezzo di storia, un’essenza di classe e raffinatezza che ha reso Rolls-Royce un’icona nel mondo dell’auto di lusso.

E proprio a Villa d’Este, un altro luogo intriso di storia e fascino, viene reso omaggio a questa straordinaria storia automobilistica. La “Miglior auto del mondo da 120 anni” è il tema di una classe dedicata, un tributo alla maestria e all’eleganza che hanno contraddistinto ogni singola creazione che ha portato il marchio Rolls-Royce sulle strade di tutto il mondo.

L’atmosfera di magia e raffinatezza che avvolge Goodwood è la stessa che si respira a Villa d’Este, dove le auto d’epoca e le concept car più moderne si fondono in un’unica celebrazione dell’arte e dell’ingegno automobilistico. È un incontro tra passato e presente, tra tradizione e innovazione, che continua a incantare gli appassionati di tutto il mondo, confermando il prestigio e la grandezza di un marchio che ha scritto pagine indelebili nella storia dell’automobile.

Celebrazioni tra passato e futuro

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, rinomato per la sua esclusività e il suo prestigio nel mondo dell’automobilismo, si prepara ad accogliere un’edizione eccezionale, ricca di omaggi e celebrazioni che abbracciano l’intera storia dell’auto, dal passato al futuro.

Quest’anno, oltre alla classica categoria dedicata alle iconiche vetture Rolls-Royce, Villa d’Este riserva un posto d’onore agli albori dell'”era delle performance”. È un omaggio sentito alla velocità su strada, all’evoluzione dell’aerodinamica e all’epopea dei gentleman driver, figure leggendarie che hanno contribuito a scrivere pagine indimenticabili nella storia dell’automobilismo.

Ma le celebrazioni non finiscono qui. Quest’anno, l’attenzione si concentra anche su un altro grande nome dell’automobilismo italiano: Maserati. Con 110 candeline da soffiare, la casa automobilistica emblema del lusso e della sportività viene omaggiata con il rispetto e l’ammirazione che merita, celebrando un’eredità di prestigio e innovazione che continua a incantare gli appassionati di tutto il mondo.

Tuttavia, Villa d’Este non si limita a guardare al passato. Le ultime due arene competitive sono una testimonianza della sua capacità di abbracciare anche il futuro dell’automobilismo. La prima è dedicata alle auto in qualche modo dimenticate, ma considerate vere e proprie macchine del tempo, che raccontano storie di ingegneria e design straordinari che hanno sfidato le convenzioni del loro tempo.

La seconda, invece, è un tuffo nel presente e nel futuro delle supercar: la “generazione dei video”. Il nome di questa sezione, ispirato al celebre videogioco “Need for Speed”, evoca un’atmosfera di adrenalina e velocità, anticipando un balzo verso i tempi moderni e l’evoluzione dell’automobilismo ad alte prestazioni.

In un contesto così straordinario, dove passato e futuro si fondono in un’unica celebrazione dell’arte automobilistica, Villa d’Este continua a confermarsi come un evento unico nel suo genere. È un’occasione imperdibile per gli appassionati di auto di ogni epoca e per coloro che amano immergersi nell’atmosfera magica e affascinante di un mondo dove la bellezza, la prestazione e la tecnologia si fondono in un’unica esperienza indimenticabile.