ASI: è il momento del Giro di Sicilia

Cinque giorni alla scoperta delle bellezze dell’isola. L’appuntamento organizzato dal Veteran Car Club Panormus è il sesto appuntamento del Circuito Tricolore

Torna l’atteso Giro di Sicilia, un vero e proprio viaggio a bordo di automobili d’epoca per ammirare le meraviglie dell’isola. Questa manifestazione rievoca la celebre corsa voluta dai Florio nel 1912 e nasce in connubio con la mitica Targa Florio. Il Veteran Car Club Panormus, che da 50 anni cura l’organizzazione dell’evento, è pronto a dare il via ufficiale stasera alle 20 in Piazza Verdi a Palermo, all’ombra del maestoso Teatro Massimo, dove le auto rimarranno esposte per l’intera giornata. Fino al 19 maggio, circa 200 auto storiche provenienti da tutta Europa, Americhe e Giappone percorreranno la Sicilia con i loro equipaggi, in un suggestivo tour che celebra la passione per il motorismo d’epoca.

Il Giro di Sicilia 2024 è la sesta tappa di ASI Circuito Tricolore, il calendario di eventi dell’Automotoclub Storico Italiano patrocinato dai Ministeri della Cultura e dei Trasporti, dall’ANCI, da Città dei Motori e dagli Stati Generali del Patrimonio Italiano. I prodromi dell’evento si sono svolti il 13 maggio con il Memorial Roberto Pirera sul circuito cittadino di Palermo e il Trofeo Salvo Manuli, la tradizionale salita al Monte Pellegrino.

Dopo la partenza da Piazza Verdi, la carovana toccherà Casteldaccia, Trabia, Caccamo e Campofelice di Roccella, con momenti di accoglienza in abiti d’epoca a Caccamo e il Trofeo Raimondo Lanza di Trabia. Giovedì 16 maggio si partirà dal lungomare di Cefalù verso il centro storico per il Trofeo Ciccio, dedicato all’artigiano Francesco Liberto che realizzava scarpe per i più grandi piloti. Si proseguirà poi verso Finale di Pollina, Castel di Tusa, Santo Stefano di Camastra, Marina di Caronia, Acquedolci, Sant’Agata di Militello, Rocca di Caprileone, Capo d’Orlando, Sinagra, Ucria, Floresta, Santa Domenica Vittoria, Randazzo, Linguaglossa e l’Etna con visita ai crateri Silvestri.

Il 17 maggio la partenza sarà da Catania verso Siracusa con visita di Ortigia, per poi toccare Palazzolo Acreide, Caltagirone, il Kartrodromo di Gela e l’arrivo a Marina di Butera. Il 18 si ripartirà verso Palma di Montechiaro, la Valle dei Templi di Agrigento, Porto Empedocle, la Scala dei Turchi a Realmonte, Castelvetrano e il Parco Archeologico di Selinunte. Il 19 maggio il Giro si concluderà a Palermo alle 15 in Piazza Verdi dopo aver attraversato Partanna, Alcamo, Partinico e Borgetto. Un percorso mozzafiato che mostrerà ai partecipanti i gioielli paesaggistici, storici e culturali della Sicilia, unendo la passione per il motorismo d’epoca alle bellezze dell’isola in un evento unico nel suo genere.