,

ASI: successo per la Coppa Perugina

Quattro giorni tra le bellezze storiche e naturali dell’Umbria. Il clou è stato il circuito in notturna per le strade di Perugia.

La 35a Rievocazione Storica della Coppa Perugina ha festeggiato il centenario della prima corsa automobilistica nata in Umbria nel 1924 da un’idea del visionario imprenditore Giovanni Buitoni. Un evento pionieristico che aprì le porte al motorismo in Italia.

Dal 9 al 12 maggio l’incanto delle auto storiche è tornato sulle strade di Perugia e dell’Umbria con l’obiettivo di rendere memorabile l’edizione del centenario. Traguardo raggiunto con successo, suggellato dalla presenza della manifestazione nel calendario del Circuito Tricolore di ASI. Il programma ha preso il via il 9 maggio con la presentazione del francobollo commemorativo del centenario. Nei giorni successivi, i partecipanti hanno effettuato un tour dell’Umbria toccando località come Campello sul Clitunno, Deruta, San Gemini, Todi e Gubbio. Il clou è stato sabato 11 maggio con una passerella a Perugia e un carosello notturno cittadino. Domenica 12, lo stabilimento Nestlé Perugina ha ospitato le ultime attività, tra cui un circuito per le vetture ante 1940 che ha stabilito la classifica della rievocazione vinta da Antonio Fioravanti e Oriana Croce su Ford Roadster 1931 seguiti da Marino e Manuela Pastore (Fiat 508 C del 1939) e da Giorgio Regoli e Benedetta
Cenci Goga (Fiat Tipo 2 del 1912).

Nella classifica assoluta del Giro dell’Umbria si sono imposti Marino e Manuela Pastore su Fiat 508 C 1939 su Maurizio Rossi e Mirco Cocilovo (Abarth Riviera Spider del 1959) e su Fabio Gregori e Cristina Maggio Aprile (Fiat 1400 del 1955). La speciale Coppa ASI del Centenario, destinata alla vettura più rappresentativa per la storia della Coppa Perugina, è andata alla Salmson Sport del 1927 portata da Enrico Scotto mentre il Trofeo Car & Classic è andato alla Fiat Siata 1500 S Coupé 1964.