Bari aspetta il suo Gran Premio

gp bari

Da venerdì 26 a domenica 28 aprile torna nella città pugliese la rievocazione della gara che si disputò dopo la guerra. Per tre giorni il centro cittadino invaso dalle auto d’epoca

Negli anni pari, la biennale rievocazione del Gran Premio di Bari impegna il centro cittadino. Quest’anno si parte da giovedì 25 aprile, con i primi allestimenti del paddock che verranno installati in Piazza della Libertà, in un’area coreografica compresa tra la Prefettura, il Teatro Piccinni e la sede del Comune di Bari. Venerdì 26 prenderanno posto nei rispettivi box le 50 vetture partecipanti, tra le quali una Stanguellini Corsa, che partecipò al Gran Premio del 1948 e una Taraschi Urania 750 Sport già appartenuta a Maria Teresa De Filippis. Tra le altre vetture iscritte, si segnalano una Ermini 1100 Sport, una Fiat Negri 508 C, una Monaci Bimotore 8C, una Apache MK2, una Talbot 95 AV e due Maserati, una 6CM e una 200S.

gp bari 2

La mattina di Sabato 27, dopo l’esposizione statica all’interno del paddock, alle 16:00 le vetture sfileranno per Corso Vittorio Emanuele, dove si aggiungerà un raduno di auto e moto storiche di Old Cars Club, oltre che di auto moderne del Porsche Club Puglia e del Ferrari Club Italia. Dalle 19:00, le auto del GP di Bari effettueranno un giro di ricognizione del circuito. Sarà il sindaco di Bari, Antonio Decaro, a dare alle 19:00 l’apertura ufficiale della 8. Rievocazione del Gran Premio di Bari, cui seguirà la presentazione delle vetture e il via alla sfilata notturna.

Domenica 28, alle 9.30 lo start per i giri liberi lungo il circuito, che circonda il Borgo Antico di Bari. Alle 14:00, il podio per la premiazione degli equipaggi intervenuti. A beneficio del pubblico dislocato in altri settori del percorso, due grandi ledwall con coordinamento di regia video diffonderanno le immagini dell’intera manifestazione.Il Gran Premio di Bari figura quest’anno come secondo appuntamento, tra le 18 tappe del Circuito Tricolore ASI.

(fotografie Press.net Images)