Peugeot 205 GTi: capolavoro da rally e da strada

peugeot205gti(1)

La sportiva francese venne presentata nel marzo di quarant’anni fa. Fu un successo in tutto il mondo, prima con la versione dotata del motore di 1.6 litri e poi quella più potente con il 1.9 da 130 cavalli

Peugeot 205, une sacrée GTi! Uno slogan azzeccato quello che la casa francese scelse per il lancio sul mercato di una nuova versione della fortunata e popolare 205. Era il marzo del 1984, esattamente quarant’anni fa, quando Peugeot proponeva la sportiva della sua vettura. A farle da “padrino” era niente di meno che l’agente segreto 007 che in un video la lancia da un aereo.

La Peugeot 205 GTi incontra subito i favori dei clienti sportivi dell’epoca prima con il motore 1.6 da 115 CV e poi quella più potente da 130 cavalli con il motore 1.9. Della gamma entreranno poi a far parte anche con la versione cabriolet, disegnata e realizzata da Pininfarina, ed ovviamente la versione 205 T16, prodotta in 200 esemplari stradali, col suo motore turbo e le quattro ruote motrici, pensata per correre nei rally.

peugeot205gti

La Peugeot 205 rimane un capolavoro per la marca del Leone e coi suoi oltre 5,4 milioni di esemplari prodotti in varie parti del mondo si ritaglia il ruolo di World Car. La 205 GTi si differenzia dalle altre versioni dello stesso modello per il fatto di essere esclusivamente a tre porte. Le larghe modanature con un inserto rosso – che corrono lungo tutta la carrozzeria, inglobando anche i paraurti, i fianchetti e i parafanghi, allargandoli di alcuni centimetri – non passano inosservati e donano a questa versione il giusto look sportivo tanto in voga negli anni 80. Lo spoiler sul portellone posteriore è, invece, molto discreto. Le modanature nere e lisce sul montante, con le scritte GTi, 1.6 o 1.9, tolgono ogni dubbio sulla natura del modello.

Guardandola frontalmente, di tre quarti, si percepisce subito il temperamento sportivo: lo spoiler anteriore con i fari a lunga portata integrati, lo specchietto affusolato, di foggia diversa dalle versioni a cinque porte, e i cerchi in lega che richiamano quelli della Turbo 16, fanno correre l’immaginazione. La gamma dei colori prevede cinque tinte, due metallizzate e tre pastello: grigio Grafite e grigio Futura metallizzati, bianco Meije, nero e rosso Vallelunga come pastello. Al momento della presentazione la vernice metallizzata costituisce, su molti mercati, l’unico optional disponibile, ma poco dopo viene introdotto anche il tetto apribile in vetro.

peugeot205gti

Peugeot 205 GTi 1.6

Nel ricco panorama delle auto sportive degli anni ’80, poche vetture hanno saputo conquistare gli appassionati con lo stesso fascino della leggendaria Peugeot 205 GTi. Lanciata sul mercato nel 1984 con un motore da 1600 cc e una potenza di 105 cavalli, questa piccola bolide ha immediatamente catturato l’attenzione per le sue prestazioni brillanti e il suo carattere vivace.

Tuttavia, il percorso di questa iconica vettura è stato caratterizzato da ulteriori sviluppi. Già nel 1986, la Peugeot ha deciso di potenziare la 205 GTi, presentando una versione con lo stesso motore da 1600 cc, ma con una potenza di 115 cavalli. Nonostante l’aumento di potenza potesse sembrare modesto, la nuova versione ha offerto prestazioni sensibilmente migliorate, con accelerazioni più vivaci e una velocità massima superiore. Piccoli dettagli come il fondo scala del contachilometri, che è passato da 200 a 220 km/h, hanno evidenziato il passo avanti compiuto dalla vettura.

Nonostante il successo ottenuto da entrambe le versioni, la Peugeot 205 GTi 1.6 da 105 cavalli è rimasta in produzione solo fino al 1987. Questo nonostante conservasse ancora un grande seguito tra gli appassionati di auto sportive. La decisione potrebbe essere stata influenzata dalla volontà di concentrarsi sulle versioni più potenti e prestazionali della 205 GTi, che stavano già catturando l’immaginazione degli automobilisti di tutto il mondo.

Oggi, la Peugeot 205 GTi resta un’icona degli anni ’80 e un oggetto del desiderio per molti appassionati di auto d’epoca. La sua combinazione di design distintivo, prestazioni emozionanti e piacere di guida puro la rende una delle vetture più ricercate dai collezionisti di tutto il mondo. L’eredità della 205 GTi continua a vivere, confermando il suo status di leggenda dell’automobilismo.

peugeot205gti2

Peugeot 205 GTi 1.9

Il Salone di Parigi del 1986 è stato uno degli eventi più significativi per l’industria automobilistica, caratterizzato dalla presentazione di numerosi modelli iconici e innovativi. Tuttavia, una vettura in particolare ha catturato l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori: la nuova Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV. Questa versione potenziata della celebre “sacrée GTi” aveva generato anticipazioni e voci nella stampa specializzata, ma nulla avrebbe potuto preparare gli appassionati all’impatto che avrebbe avuto sul pubblico.

Al cuore della nuova Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV batteva un motore potente e grintoso, capace di erogare ben 130 CV di pura adrenalina. Grazie all’aumento della cilindrata e all’innovativa iniezione elettronica Bosch LE 2 Jetronic, la vettura era in grado di raggiungere prestazioni eccezionali: da 0 a 100 km/h in soli 7,8 secondi, i 400 metri da fermi coperti in appena 29,2 secondi e una velocità massima di ben 206 km/h. Questo straordinario mix di potenza e agilità ha messo in luce l’ingegno e l’efficienza degli ingegneri Peugeot.

Dal punto di vista estetico, la Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV si distingueva dalla sorella minore per alcuni dettagli distintivi. Tra questi, i cerchi in lega maggiorati da 15 pollici, la scritta “1.9” sui fregi dei montanti posteriori e la marcatura “130 CV” in argento sui parafanghi anteriori. L’ampia lista degli optional offriva possibilità di personalizzazione, inclusi il tetto apribile in vetro e la vernice metallizzata. Gli interni, invece, riflettevano l’anima sportiva della vettura, con sedili con fianchetti laterali in cuoio, volante rivestito in cuoio, chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici e moquette interna rossa, creando un’atmosfera distintiva e confortevole all’interno dell’abitacolo.

Le prime Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV presentavano un cruscotto squadrato, comune alla prima serie di 205. Le modifiche apportate per gestire l’aumento di potenza coinvolgevano i rapporti del cambio, la trasmissione, l’impianto frenante (con l’adozione dei dischi anche posteriormente) e l’aumento delle carreggiate di 11 mm. Anche i cuscinetti dei mozzi delle ruote e gli ammortizzatori venivano maggiorati e adeguati ai nuovi carichi e potenza, garantendo un’esperienza di guida sicura e coinvolgente.

In definitiva, la Peugeot 205 GTi 1.9 130 CV rappresentava un’interpretazione audace e appassionante della celebre vettura francese, capace di conquistare gli appassionati di tutto il mondo con le sue prestazioni, il suo stile distintivo e la sua eccellente guidabilità. La sua eredità vive ancora oggi, confermando il suo status di icona dell’automobilismo degli anni ’80.

peugeot205gti3

Peugeot 205 GTi 1.9 Gutmann

La Peugeot 205 GTi 1.9 16V Gutmann è molto più di una semplice auto sportiva: è un’opera d’arte su ruote che incarna l’anima e la passione per le prestazioni di altissimo livello. Questa versione speciale, elaborata dal preparatore tedesco Gutmann negli anni ’80, è un esempio straordinario della dedizione e dell’ingegno dedicati alla personalizzazione delle auto sportive di quel periodo dorato dell’automobilismo.

Con i suoi 160 CV di potenza, la 205 GTi 1.9 16V Gutmann rappresentava una forza della natura, in grado di sprigionare un’incredibile potenza sotto il cofano. La peculiarità che la rendeva unica rispetto alle altre versioni della 205 GTi era l’adozione della testata a 16 valvole della Peugeot 309 GTI 16v, una mossa che ha permesso di portare le prestazioni del motore a livelli stratosferici. Grazie a questa modifica, insieme ad altre migliorie apportate al sistema di sospensioni, al sistema frenante e ai rapporti del cambio, la vettura è stata in grado di raggiungere una velocità massima di oltre 220 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 7,2 secondi.

Ma non sono solo le prestazioni a distinguere la Peugeot 205 GTi 1.9 16V Gutmann. Anche dal punto di vista estetico, questa versione speciale si presenta con un profilo discreto e raffinato, mantenendo l’essenza della 205 GTi originale ma con tocchi distintivi che la rendono unica. Gli pneumatici più larghi su cerchi in lega Gutmann 7×15″ e il logo “i 16V” sul portellone sono solo alcuni degli elementi che la differenziano dalle versioni di serie. Tuttavia, le vere modifiche significative si trovano sotto la superficie, con sospensioni migliorate, barra antirollio anteriore, disco frizione rinforzato e altre migliorie meccaniche, tutte finalizzate a offrire un’esperienza di guida entusiasmante e dinamica.

Questa versione speciale è anche una testimonianza tangibile della maestria e della passione di Kurt Gutmann, il cui nome è ancora associato alla Peugeot come concessionario nella città tedesca di Breisach. Con oltre 300 esemplari prodotti, la Peugeot 205 GTi 1.9 16V Gutmann si conferma come uno dei più grandi successi dell’elaboratore Gutmann, continuando a catturare l’attenzione e l’ammirazione degli appassionati di auto sportive di tutto il mondo. La sua eredità vive ancora oggi, confermando il suo status di icona nel mondo delle auto sportive degli anni ’80.