, ,

Europeo Rally: Lombardo-Campeis secondi al Costa Brava

72 rally motul costa brava dia 3 8

La gara catalana ha regalato un bel risultato al pilota siciliano battuto solo dal francese Saunier. Nella top ten anche Valter Pierangioli

Il 72° Rally Costa Brava è diventato nel fine settimana l’epicentro del rallysmo storico in Europa. La gara, prova d’apertura del Campionato continentale, si è conclusa sabato sera a Girona, dopo due giorni intensi su prove speciali spettacolari e selettive. L’evento ha nuovamente superato il proprio record, con 247 equipaggi divisi nelle varie categorie e specialità.

72 rally motul costa brava dia 3 0

I francesi Julien Saunier e Marie Noëlle Ratier (Porsche 911 SC 3.0) hanno dominato la classifica generale e quella della gara valida per il Campionato Europeo: dopo un iniziale confronto con la Subaru Impreza di Simon Jean-Joseph hanno preso il largo andando a conquistare la gara spagnola alla loro prima partecipazione mentre l’ex Campione europeo ha dovuto ritirarsi per un problema alla sua giapponese.

72 rally motul costa brava dia 3 1

Il Costa Brava era composto da due tappe con 160 km cronometrati. Venerdì 15 la prima tappa prevedeva due giri sulle prove speciali di Els Àngels, Santa Pellaia curt e Salions-Sant Grau curt (73,7 i km cronometrati). Sabato, le prove erano Osor, Collsaplana e Cladells anche in questo caso due passaggi per 86,3 km. Le condizioni meteorologiche sono state variabili, specialmente venerdì.

72 rally motul costa brava dia 3 2

Venerdì il record di Santa Pellaia curt, che era ancora quello registrato nel 1991 da François Delecour (7:01.0 con la Ford Sierra Cosworth) è stato abbassato di 2,4 secondi da Simon Jean-Joseph sull’Impreza. Sulle prove del sabato i record erano legati alla nuova veste del Costa Brava come rally per auto storiche e sono stati tutti battuti. Angelo Lombardo e Jean Campeis (Porsche 911 Carrera RS) hanno stabilito il nuovo primato a Osor e Collsaplana mentre Martin McCormack e Barney Mitchell (BMW M3) l’hanno segnato a Cladells, sempre nel secondo giro.

72 rally motul costa brava dia 3 23

Nella gara valida per il Campionato Europeo Rally Storici Saunier-Ratier hanno avuto, come detto, un passo in più portando a casa oltre all’assoluta anche il primato nel 3° Raggruppamento. Splendido secondo posto di Angelo Lombardo e Jean Campeis con la Porsche 911 Carrera RS di Guagliardo che sono stati anche i vincitori nel 2° Raggruppamento. Terzo gradino del podio e vittoria nel 4° Raggruppamento per Thomas Argenti e Meryl Giraldo (BMW M3). Nel primo raggruppamento primato di James Potter e Tim Sayer con la loro Ford Escort Twin Cam che hanno preceduto di 10”9 Parisi-D’Angelo (Porsche 911 S), al terzo posto la BMW 2002 Ti di Fiorito-Ventoso. Tra i primi dieci un secondo equipaggio italiano, quello formato da Valter Pierangioli ed Arianna Ravano che hanno chiuso al nono posto con la loro Ford Sierra Cosworth.

72 rally motul costa brava dia 3 35

Da qualche anno è tradizione per la gara catalana ricordare qualche momento della sua storia. Quest’anno si celebrava il 40º anniversario della vittoria di Michele Cinotto ed Emilio Radaelli nel 1984 con un Audi Quattro. Entrambi sono stati a Girona per celebrare l’occasione e hanno guidato una replica di quell’Audi Quattro nella categoria Legend. La celebrazione è stata anche un omaggio all’Audi Quattro, un veicolo rivoluzionario nella storia dei rally degli anni ’80. “Ringrazio l’organizzazione che mi ha invitato 40 anni dopo quella vittoria sulla Costa Brava. Le prove sono molto belle, tortuose, mi viene voglia di premere sull’acceleratore. L’asfalto è in condizioni fantastiche; sono stato sorpreso dalla cura che mettono. È stato molto emozionante tornare al Costa Brava e apprezzo con tutto il cuore l’opportunità” ha detto il pilota piemontese.

72 rally motul costa brava dia 3 10

Anche Seat ha festeggiato il 40º anniversario della Seat Ibiza, con sei esemplari delle prime due generazioni di questo veicolo. Soprattutto, i fan sono rimasti affascinati dalle due Ibiza Kit Car guidati dagli ex piloti ufficiali Mia Bardolet e Toni Rius.

Nella Regolarità i vincitori sono stati Carles Miró e Iván Matavacas (Porsche 911 SC 3.0), davanti ad Antoni Verdaguer e Antoni Grau (Porsche 944 Turbo) e Jordi Martí e Sergi Giralt (Ford Escort RS 2000 MkI). Quarti Alberto Beretta e Massimo Liverani (Porsche 911 SC) mentre Antonella Monza e Susanna Nicolini (Porsche 911 T 2.4), none all’arrivo, hanno vinto la classifica femminile.

GLI ITALIANI ALL’ARRIVO

Rally storico

2. Angelo Lombardo – Jean Campeis (Porsche 911 Carrera RS)

9. Valter Pierangioli – Arianna Ravano (Ford Sierra Cosworth)

29. Roberto Rimoldi – Roberto Consiglio (Porsche 911 SC)

30. Gabriele Noberasco – Michele Ferrara (BMW M3)

41. Matteo Canteri – Nicola Valbusa (Ford Escort RS 1800)

45. Stefano Menegolli – Mattia Zambelli (Fiat 131 2000 TC)

54. Carlo Falcone – Stefano Tiraboschi (Lancia Delta Integrale 16V)

57. Matteo Bergamo – Giorgio Simioni (BMW M3)

61. Antonio Parisi – Giuseppe D’Angelo (Porsche 911 S)

69. Andrea Farmakakis – Mattia Nicastri (Ford Escort RS 2000)

80. Francesco Drago – Giulia Bico (Autobianchi A112 Abarth)

92. Carlo Fiorito – Nicolò Ventoso (BMW 2002 Ti)

97. Natale Mirabile -Carlo D’Agostino (Fiat Ritmo 130 TC Abarth)

106. “Zippo”- Nicola Arena (Audi quattro)

109. Fabrizio Pierucci – Monica Buonamano (Volkswagen Golf GTI)

Rit. Tony Fassina – Marco Verdelli (Lancia Stratos)

Rit. Edoardo Valente – Jeanne Françoise Revenu (Lancia Rally 037)

Rit. Enrico Canetti – Massimo Soffritti (Opel Corsa GSi)

Rit. Paolo Gargani – Paola Ferrari (Opel Kadett GSi)

Rit. Giulio Pes di San Vittorio – Marco Pala (Peugeot 205 GTI)

Rit. Valtero Gandolfo – Marco Torterolo (Fiat 127 Sport)

Rit. Vittorio Foppiani – Adelchi Foppiani (Lancia Delta Integrale 16V)

Rit. Nicola Ferrato – Roberta Varotto (BMW M3)

Rit. Sebastiano Serpelloni – Nicola Petrini (Ford Sierra Cosworth)

Categoria Regolarità

4. Alberto Beretta – Massimo Liverani (Porsche 911 SC)

9. Antonella Monza – Susanna Nicolini (Porsche 911 T)

19. Angelo Pasino – Patrizia Italiano (Opel Ascona 2.0 GT)

31. Maurizio Vellano – Giovanni Vellano (Audi 80 quattro)