,

Ferrari, non solo rosso

158 f1 del 1964, iscritta al gp degli usa del 1964 dalla n.a.r.t. con i colori usa

Anche l’azzurro ed il blu sono colori legati alla storia passata della scuderia di Maranello. Vediamo come

La Ferrari ha annunciato che in occasione del Gran Premio di Miami di Formula 1, in programma per domenica 5 maggio, le due monoposto SF-24 del team saranno dipinte di un inusuale azzurro ed avranno una speciale livrea che sarà impiegata unicamente per la gara di Miami. La scelta rimanda agli anni passsati del Cavallino Rampante.

Stagioni iridate. L’Azzurro La Plata, piuttosto chiaro, colore nazionale delle auto delle squadre argentine, era simile alla tonalità utilizzata da Alberto Ascari nelle sue stagioni più vincenti. L’italiano due volte campione del mondo era infatti solito indossare una maglia azzurra con un casco coordinato, che erano i suoi portafortuna. Dello stesso colore erano le tute dei piloti negli anni Sessanta, come John Surtees e Lorenzo Bandini, Ludovico Scarfiotti e Chris Amon. Di quella tonalità era anche la tuta di Niki Lauda nel suo primo anno con la Scuderia, così come le tute dei meccanici di Maranello.

enzo ferrari con i lavoratori di maranello nel giorno del 85mo compleanno il 18 febbraio 1983

Un nome magico. L’altro colore che Ferrari ha voluto riscoprire per Miami è l’Azzurro Dino, un blu più carico che si legò a diversi piloti della Scuderia e in particolare ad Arturo Merzario e Clay Regazzoni, l’ultimo a indossarlo nel 1974. Da allora, sulle tute dei piloti l’azzurro ha lasciato il posto al rosso e, occasionalmente, al bianco. La scelta è anche una citazione storica del legame fra Ferrari e il mondo racing statunitense, nell’anno del 70° anniversario della presenza del marchio negli Stati Uniti. Qui il Rosso Corsa, tonalità che sin dagli anni Venti ha contraddistinto le automobili da competizione italiane, ha lasciato il posto al bianco-blu degli Stati Uniti nelle ultime due gare della stagione di F1 del 1964, un accostamento utilizzato anche per altre vetture del North American Racing Team fondato dall’importatore Luigi Chinetti.