,

Pista: a Magione nuova vita per le vetture Sport

Claudio Francisci vince la seconda gara della serie per i prototipi organizzata sul tracciato umbro

Da quando il Campionato Italiano Sport Prototipi è passato alle monoposto Wolf molti dei piloti in possesso della varie, vere, vetture Sport nella configurazione biposto si sono sentiti smarriti e parecchi di loro hanno messo a riposo le loro vetture.

I fratelli Bartoli avevano organizzato un mini campionato per queste vetture all’autodromo di Magione ma pochi piloti ci avevano creduto. Ora, con la seconda gara di questo trofeo in parecchi hanno ritrovato fiducia ed il 28aprile si sono presentati al via in 8 con belle e competitive vetture biposto corsa sia aperte che in versione chiusa.

Fin dalle prove si era capito che a giocarsela sarebbero stati il veterano pluricampione Claudio Francisci, Gianni Urbani, autore della pole position, e Cosimo Rea, tutti racchiusi in un secondo. Purtroppo per Urbani la gara è durata poco e si è dovuto ritirare per noie meccaniche, la vittoria è cosi arrisa al sempre competitivo Claudio Francisci su Lucchini Alfa Romeo davanti a Cosimo Rea su Ligier ed all’altra Lucchini di Randaccio Ranieri. Dietro di loro, bella gara di Gian Maria Sulas che ha preceduto Giovanni Buganza su una favolosa vettura storica, la Chevron B 16 straordinariamente restaurata e competitiva.

Peccato per il ritiro di Walter Colacino che con la sua Sport motorizzata Alfa Romeo aveva girato in tempi simili a quelli di Sebastiano Sibani giunto sesto. Domenica 26 maggio di nuovo tutti in pista e crediamo proprio che il numero dei piloti interessati a questo campionato sarà destinato ad aumentare.

(fotografie Roberto Gallovich)