Pista: Alfa Revival Cup sotto la pioggia

alfa revival cup 2024

A Vallelunga debutto bagnato per la serie riservata alle vetture storiche del Biscione. Alla fine successo per Peter Praller

Il circuito di Vallelunga ha ospitato l’attesissimo esordio della stagione 2024 dell’Alfa Revival Cup, serie monomarca riservata alle Alfa classiche organizzata da Canossa Events. Il fine settimana è stato caratterizzato da condizioni meteorologiche avverse, con temperature rigide seguite dalla pioggia che hanno messo a dura prova sia le vetture che gli equipaggi. Le prove libere del venerdì hanno dato il via al fine settimana di gare, anticipando un turno di qualifiche movimentato sabato mattina.

Le qualifiche hanno subito riservato alcune sorprese, con incidenti e imprevisti che hanno caratterizzato la sessione. Christian Ondrak e Massimo Bortolami con la loro Giulia Sprint GTA sono finiti fuori pista pochi metri dopo l’inizio della sessione, causando una bandiera gialla che ha interrotto le qualifiche per quasi dieci minuti. Anche Ronnie Kessel con la GTAm ha avuto problemi tecnici verso la fine del turno, nonostante abbia ottenuto un brillante sesto tempo. Emilio Petrone e Giacomo Barri hanno ottenuto la pole position con la GTAm, seguiti da Daniele Perfetti con la stessa vettura, separati da soli 93 millesimi di secondo. La terza e quarta posizione sono state occupate rispettivamente da Laber Bernhard e Lukas Stojetz e da Davide Bertinelli, tutti al volante della GTAm, con un distacco di appena un secondo e mezzo. Molto interessanti anche le pole position nelle varie classi, con Massimo Guerra e Giovanni Serio con la Giulia GTA e Fausto Amendolagine e Gianluca Bardelli con l’Alfa Romeo GT Veloce 2000.

La gara, iniziata alle 14:00, è stata dichiarata “Wet Race”, segnando l’inizio di una sfida ad eliminazione. Daniele Perfetti ha preso il comando, seguito da Davide Bertinelli e Massimo Guerra. Nonostante la pole position, Emilio Petrone ha perso terreno consentendo a Perfetti e Bertinelli di scappare. La pioggia incessante ha reso la corsa ancora più impegnativa, con diversi incidenti che hanno portato a bandiere gialle e alla Safety Car in pista. Nonostante le difficoltà, la gara è ripresa e Peter Praller è riuscito a mantenere il controllo, seguito da Daniele Perfetti e Davide Bertinelli. Durante gli ultimi giri, alcuni testacoda hanno animato la corsa, ma alla fine è stato Praller a tagliare il traguardo per primo, seguito da Perfetti e Bertinelli. Da segnalare il settimo posto di Francesco Pantaleo e Antonio Crescenti del team Carrera nella classe F TC 1600 e la rimonta di Gianluca Bardelli e Fausto Amendolagine, che sono passati dalla ventiquattresima alla sedicesima posizione, comandando la classe H1 T 2000.