,

Pista: campionati e serie al via

pista

Sono quattro le opportunità offerte quest’anno a chi vuol correre in circuito con le auto storiche

Tra una quindicina di giorni i motori delle auto storiche da corsa che partecipano alle gare dei campionati di velocità in pista si rimetteranno in moto e gli appassionati piloti potranno tornare a darsi battaglia sui vari autodromi e nei vari campionati. Vediamo quali sono le opportunità per chi ama le gare in circuito.

Si comincerà con il Trofeo Italia Storico campionato organizzato dai fratelli Bartoli che si svolgerà tutto all’autodromo umbro di Magione con la prima prova il 17 marzo. Altre quattro le gare nell’arco dell’anno con l’ultima prova a metà ottobre.
Questo interessante ed abbastanza economico campionato vede prove ufficiali e gare nella stessa giornata con due gare separate, una per le vetture fino a 1600 cc ed una seconda oltre. Normalmente ci sono griglie abbastanza affollate con circa 18 partecipanti per ogni prova. Il tipo di suddivisione per cilindrata e non per periodo rende le gare più equlibrate e con
una maggiore competitività tra i vari piloti. Il fatto poi che le gare durino solo 20 minuti, fa si che nessuno si risparmi e le gare sono decisamente avvincenti,

La serie più importante che viene disputata sui principali autodromi resta comunque il Campionato Italiano Auto Storiche promosso da ACI Sport in collaborazione con PNK, società del Gruppo Peroni. Presenta sette appuntamenti, inspiegabilmente meno del 2023 e che lo scorso anno è stato molto criticato dai partecipanti, data la riduzione del numero di gare, la logistica e la non certo ben accettata data del 24 agosto per la gara prevista all’Autodromo del Mugello. In un week end trafficatissimo e con molti piloti non poi cosi giovanissimi impegnati nel mese di agosto a dedicare un po’ del loro tempo alla famiglia… è sembrata decisamente una scelta poco appropriata. Inoltre se l’aver messo le gare di questo campionato in concomitanza con quelle di grande importanza può dar maggior valore alla manifestazione ma far disputare le gare in orari fortemente penalizzanti toglie l’entusiasmo ai piloti partecipanti. Comunque la possibilità di giocarsi il campionato sulle più belle piste della nostra penisola resta una gran soddisfazione e vedremo se i tradizionali protagonisti degli scorsi anni potranno ripetere i loro risultati.

In grande fermento anche il trofeo Alfa Revival Cup riservato alle vetture storiche del marchio milanese che quest’ anno si presenta con una serie di gare ben distribuite sul territorio con la bella iniziativa di una prova abbastanza ad inizio di stagione in Austria al Red Bull Ring. Questo campionato, decisamente più competitivo del Campionato Italiano in quanto c’è un maggior equilibrio tra le prestazioni delle vetture partecipanti, è ben articolato nei tempi e in qualche giornata si svolgerà in concomitanza con le gare del Tricolore. La continua presenza di numerosi piloti stranieri a questo campionato non fa che dare la conferma del gradimento di questo tipo di corse.

Altra gradita novità è il nuovo campionato Formula Historic 1.6 organizzato dal gruppo PNK. Giovanni Rosi, organizzatore per anni del Trofeo Formula 850 all’ autodromo di Magione, visto che parecchi dei piloti di questa serie avevano espresso il desiderio di correre anche su altre piste, si è accordato con Sergio Peroni il quale ha deciso di organizzare un campionato di quattro gare riservato esclusivamente alle vetture monoposto fino a 1600 cc. Pertanto tutte le Formula 850, le Formula Ford 1600, le Formula Italia, le Formula Junior motore posteriore e le Formula 3 fino a 1600 cc potranno partecipare a questo interessantissimo campionato che si svolgerà sulle piste di Varano, Magione, Vallelunga e Misano a partire da maggio nella serie di gare gel gruppo PNK. In Italia abbiamo moltissime di queste formule ma per mille ragioni e un po’ per la paura di non riuscire mai a raggiungere un numero di partecipanti decoroso, non erano mai state organizzate gare con campionati. Ora l’aver riunito formule di prestazioni tutto considerato equilibrate, ci fa sperare di vedere finalmente in pista questi bellissimi gioielli.