,

Porsche celebra i 50 anni delle sue auto turbo

porsche turbo

Modelli esclusivi in mostra alla Retro Classics di Stoccarda per celebrare mezzo secolo di modelli stradali turbocompressi

Una visita al mondo Porsche alla Retro Classics di Stoccarda è sempre un viaggio nel tempo. Quest’anno, la casa festeggerà il suo anniversario “Oltre le Prestazioni – 50 Anni di Porsche Turbo” nella rassegna in programma dal 25 al 28 aprile. Per Porsche, la fiera non è solo un evento a due passi di casa ma un appuntamento fisso nel suo calendario annuale degli eventi. E quest’anno celebra un anniversario importante dato che nel 1974, il produttore presentò la prima serie 911 Turbo al Salone di Parigi. Una tecnologia che migrò dal motorsport alla produzione in serie nel caratteristico stile Porsche.

Presso lo Stand A74 nella Hall 1, l’azienda presenterà la prima 911 Turbo, quella che ha segnato l’inizio di una nuova era. Il modello esposto è unico nel suo genere, ovvero la Porsche 911 Turbo “N. 1”, che Louise Piëch ricevette per il suo 70º compleanno nell’estate del 1974. Contrariamente ai modelli Turbo offerti dal produttore dalla primavera del 1975 in poi, la vettura ha la carrozzeria stretta della 911 Carrera. Il cofano dell’auto sportiva da 240 CV porta il logo “Carrera” invece del logo “Turbo”. Per vedere i pittoreschi paesaggi montani dell’Austria nei colori realistici, la figlia di Ferdinand Porsche rinunciò a oscurare il parabrezza. Un distintivo sul vano portaoggetti porta le iniziali LP e l’iscrizione: Turbo-Porsche N. 1, Stuttgart-Zuffenhausen, 29 ago 1974. Presente nello stand anche una 911 Turbo 3.0 Coupé del 1975. Questa Porsche in Silver Green Diamond è stata una delle prime 30 Turbo completate nella produzione in serie. I retrovisori corrispondevano a quelli della Carrera e erano dipinti nel colore esterno, mentre i parafanghi più larghi venivano saldati a mano alla carrozzeria.

Tra gli altri modelli la 911 Turbo S “Duet” del 2020, prodotto di una collaborazione tra Porsche e il produttore di aerei Embraer. Coloro che optarono per il jet aziendale Phenom 300E all’epoca potevano acquistare una Porsche 911 Turbo S personalizzata con una finitura bicolore argento. In molti dei suoi dettagli, la vettura sportiva da 650 CV ricorda l’aviazione. Ad esempio, le prese d’aria laterali e le modanature sulle finestre laterali in cromatura brillante evocano l’aspetto dei motori a getto. La registrazione individuale del jet associato si trova sul fondo dell’alettone posteriore così come sulla chiave del veicolo del modello, prodotto in una serie limitata di dieci unità. Come omaggio alla scritta sulle ali degli aerei, i pannelli delle soglie delle portiere portano le parole “No step”.