,

Salita: Riolo vince la Coppa della Consuma

riolo

Nella cronoscalata fiorentina il pilota siciiano supera il padrone di casa Stefano Peroni mentre il terzo tempo è di Piero Lottini

Se avevamo avuto delle perplessità sulla prima gara in pista per le auto storiche, abbiamo avuto la conferma che le gare in salita continuano a godere di buona salute. Circa 80 i partecipanti alla Coppa della Consuma con raggruppamenti ben affollati e con tante prestazioni equilibrate che hanno reso tutte le categorie molto combattute. Una ottima organizzazione ha inoltre permesso ai piloti di disputare prove e gare con tempistiche in linea con i desideri e le esigenze dei piloti.

La vittoria assoluta è andata a “Totò” Riolo sulla sua PRC BMW sport prototipo che ha preceduto di pochissimo Stefano Peroni sulla sua Formula 2 Martini MK 2 del 5° Raggruppamento mentre sul podio della assoluta accanto a loro è andato un eccellente Piero Lottini su Osella PA 9 BMW, vettura come quella di Riolo del 4° Raggruppamento.

L’asfalto un po’ umido a causa della pioggia della mattina ha messo un po in difficolta diversi piloti ma tutto considerato i ritiri tra le due manche di prove del sabato e la gara della domenica sono poi stati ben pochi, anche se uno dei possibili protagonisti del primo raggruppamento, Tiberio Nocentini, ha dovuto dare forfait per problemi meccanici. Il primo raggruppamento ha visto cosi vincitore Harald Mossler, su Daren MK 3 che ha preceduto un fortissimo Massimo Ferraro su Lancia Fulvia Zagato e l’intramontabile Luciano Rebasti su Abarth 1000. Dietro di loro racchiusi in una manciata di secondi Sergio Davoli e Angelo De Angelis, belle prove quelle di Boris Gobbini e Georg Prugger.

Molto combattuto anche il secondo raggruppamento dominato dai piloti della scuderia Bologna Corse con Ildebrando Motti su Porsche Carrera che ha preceduto la Alfa Romeo GTAm di Fosco Zambelli la X 1/9 di Gianluca Calari, la Fiat 128 di Fiorello Perilli e la piccola A 112 di David Andreini. Bene anche l’onnipresente Ruggero Riva che con la sua AR GTAm è presente proprio a tutte le gare in salita ed in pista.

Con il terzo raggruppamento arrivano le vetture di prestazioni da assoluto ed il vincitore è stato Giuliano Peroni su Osella PA 9 che ha preceduto un formidabile Gianluca Grossi che con la sua Triumph Dolomite è stato davanti alle tre agili Fiat X 1/9 di Vito Oddo, Pierluigi Ruschi, Gianpaolo Bianucci. Dietro di loro tutti gli avversari sono giunti con distacchi modestissimi, il che ci fa capire la competitività di questo raggruppamento. Molto bravi Gentilini, Porfiri e Piccinini.

Il quarto raggruppamento, oltre ad offrirci il vincitore assoluto Toto Riolo, della KAA Racing, ci ha dato la possibilità di
ammirare le piu belle vetture in gara, la Osella di Lottini, la velocissima Fiat Ritmo 130 di Michele Rinaldi, le Lucchini Alfa Romeo Sport Nazionale di Arnaldo Pinto e di Alessandro Trentini, le BMW M3 di Salvatore Asta e “Miro” Barbieri, la Renault 5 Turbo di Roberto Brenti ed il sorriso felice di Angela Grasso, unica donna in gara che ha concluso brillantemente al volante della sua Osella PA 10.

Un po’ pochi i piloti del 5° raggruppamento e dietro all’ottimo Stefano Peroni, Antonio Lavieri ha portato
onorevolmente al traguardo la sua bella Martini MK 32 BMW

“E’ un onore poter iscrivere il mio nome nell’albo d’oro di una gara tanto ricca di storia – ha sottolineato Riolo – la prestazione è segno evidente che il lavoro svolto con Paco 74 Corse e con Kaa racing si concretizza ed ora siamo consapevoli di poter essere competitivi nella nostra categoria. Gli accorgimenti sulla nostra biposto funzionano e continueremo ad ottimizzare il rendimento dell’assetto in relazione al rendimento degli pneumatici”. “Il fondo era un pò insidioso ma pensavo di potere ugualmente colmare qualunque gap – ha dichiarato Stefano Peroni – mi resta un po’ di amaro soprattutto nella mia gara di casa, ma il successo di raggruppamento ci ripaga di ogni sforzo”. “Una gara che ha sempre un fascino particolare – le parole di Lottini – quando ho visto delle chiazze di umido sulla strada ho cercato di evitare rischi eccessivi, ma la macchina è andata come sempre molto bene ed il feeling che abbiamo è evidente”.

CLASSIFICHE

1° Raggruppamento: 1. Mossler (Daren Mk3) in 4’58”30; 2. Ferraro (Lancia Fulvia Zagato) a 19”43; 3. Rebasti (Fiat Abarth 1000 TC) a 45”45.

2° Raggruppamento: 1. Motti (Porsche Carrera RS) in 4’52”69; 2. Zambelli (Alfa Romeo GTAm) a 7”25; 3. Calari (Fiat X1/9) a 14”49.

3° Raggruppamento: 1. Giuliano Peroni (Osella PA 8/9 BMW) in 4’16”77; 2. Gianluca Luigi Grossi (Triumph Dolomite Sprint) a 46”60; 3. Oddo (Fiat X1/9) a 49”69.

4° Raggruppamento: 1. Riolo (PRC A6 BMW) in 3’56”02; 2. Lottini (Osella PA 9/90 BMW) a 13”90; 3. Rinaldi (Fiat Ritmo 130 Abarth) a 44”90.

5° Raggruppamento: 1. Stefano Peroni (Martini Mk32 BMW) in 3’57”46; 2. Lavieri (Martini Mk32) a 30”94.