, ,

Smiderle e Bordin vincono il Rally della Marca Storico

smiderle, marca 2024

Al secondo posto si sono classificati Raffaele “Raffa” Bombieri e Andrea Signorini, che con la loro BMW M3 E30 hanno saputo resistere agli attacchi dei rivali, mantenendo la seconda posizione dalla quarta prova fino alla fine.

Andrea Smiderle e Alberto Bordin hanno trionfato nel 2° Rally della Marca Storico, un’emozionante competizione organizzata da Giandomenico Basso insieme alla Scorzè Corse Asd, che si è svolta venerdì 26 e sabato 27 intorno a Valdobbiadene. Smiderle, al volante di una Porsche 911 Carrera RS 3.0, ha preso il comando della gara dopo la quarta prova speciale, la prima del secondo giro sui tratti cronometrati, lunga 88,38 chilometri. Una volta in testa, la coppia non ha più ceduto fino alla vittoria, salendo sul palco d’arrivo allestito in piazza Marconi a Valdobbiadene. La loro impresa è stata resa ancora più significativa dalle avverse condizioni meteo, con neve lungo il tratto centrale del Monte Cesen e pioggia durante l’ultima prova sul Monte Tomba.

Al secondo posto si sono classificati Raffaele “Raffa” Bombieri e Andrea Signorini, che con la loro BMW M3 E30 hanno saputo resistere agli attacchi dei rivali, mantenendo la seconda posizione dalla quarta prova fino alla fine.

Un’incredibile rimonta ha consentito ad Adriano Lovisetto e Cristian Cracco di conquistare la terza posizione assoluta a bordo della loro Lancia Rally 037. Partiti con quasi un minuto di ritardo dalla testa della corsa e in settima posizione al termine del primo giro di prove, sono riusciti a recuperare terreno nei successivi giri, terminando con un secondo di vantaggio sulla BMW M3 E30 di Denis Tezza e Massimo Merzari.

La gara è stata caratterizzata anche da alcuni colpi di scena, inclusi ritiri clamorosi. Matteo Bergamo e Giorgio Simioni (BMW M3 E30), vincitori del 1° Tuscany Rally Storico nel febbraio precedente, sono stati costretti al ritiro dopo un’uscita di strada nella prima prova speciale. Andrea Biasiotto e Paolo Lizzi (BMW M3 E30), vincitori dell’edizione 2023, hanno dovuto ritirarsi dopo una penalità di un minuto al controllo orario e un testacoda che ha causato la perdita di molto tempo nella quarta prova speciale.

Il Rally della Marca Storico ha mantenuto il suo fascino misterioso anche per Tony Fassina, che, affiancato da Marco Verdelli su Lancia Stratos HF, ha dovuto rinunciare alla gara per un problema al cambio, dopo il ritiro dell’anno precedente dovuto a noie alla sua vettura.