,

Un week end rosso Ferrari

Quarta edizione del concorso di eleganza Cavallino Modena riservato a soli trenta esemplari di vetture del Cavallino

Dal 17 al 19 maggio, Casa Maria Luigia a Modena ha ospitato la quarta edizione di Cavallino Modena, un concorso di eleganza che celebra l’eccellenza delle automobili del Cavallino Rampante. Un evento esclusivo a numero chiuso, con soli 30 gioielli Ferrari accuratamente selezionati ad adornare per tre giorni il secolare parco della residenza, nell’incantevole cornice dell’accoglienza e della straordinaria cucina di Massimo e Lara Bottura.

Un appuntamento ormai imperdibile per i collezionisti di tutto il mondo, impreziosito quest’anno dalla presenza di Piero Ferrari, accompagnato dalla figlia Antonella e dai nipoti Enzo e Piero. L’ingegner Ferrari ha fatto sentire il valore della sua presenza, estremamente apprezzata dagli ospiti e dagli organizzatori di Cavallino.Tanti i nomi illustri ad ammirare le vetture in gara, da Sebastian Vettel a Jean Arnault, da Kristian e Carolyn Teär ad Alessandro e Karina Valenti, fino ad Augustin Sabatié-Garat, Duccio Lopresto e tanti altri personaggi di spicco come il nuotatore due volte campione del mondo Filippo Magnini.

A fare gli onori di casa Luigi Orlandini, Chairman e CEO di Cavallino, società americana acquisita nel 2020 dal Gruppo Canossa, che ha ricordato l’importante responsabilità di custodire e promuovere la cultura e la passione che ruotano attorno alle vere opere d’arte costruite a Maranello: L’impegno è stato di abbinare grandi eccellenze: alle leggendarie Ferrari l’accoglienza e l’arte culinaria dei coniugi Bottura, ma anche l’eleganza di Riva con il nuovo “El-Iseo” ormeggiato nel laghetto, il suono purissimo di Bang & Olufsen e il vino di Ferrari Trento, senza dimenticare la partnership con RM Sotheby’s.

I premi più ambiti sono andati alla 365 GTB4 del 1971 (Best of Show Gran Turismo), alla Ferrari 250 Monza del 1954 (Best of Show Competizione) e alla F50 del 1997 (Best of Show Ferrari Classiche Certified).Un weekend impreziosito da due splendide esperienze su strada: sabato la sfilata fino alla Casa Natale di Enzo Ferrari a Modena, domenica il percorso dei collaudatori fino a Maranello e poi a Casa Canossa, dove l’evento si è concluso con un pranzo stellato a bordo piscina. Tre giorni di pura magia tra le più belle Rosse di sempre, coccolati dall’ospitalità di Massimo Bottura. Un connubio perfetto tra stile, passione e l’ineguagliabile eredità lasciata dal Drake a tutti gli appassionati di motori.