,

Una Citroën DS3 WRC del 2011 un po’ speciale

citroën ds3 wrc del 2011

La DS3 WRC era un concentrato di tecnologia e ingegneria, con un motore quattro cilindri in linea turbocompresso da 1,6 litri che offriva una potenza limitata a circa 300 cavalli, ma che compensava questa riduzione con un peso ridotto e una maneggevolezza eccezionale.

Nella storia del Campionato del Mondo Rally, c’è un periodo che brilla come un’epoca d’oro dell’egemonia, un’era in cui un marchio e un pilota hanno dominato le competizioni in modo quasi incontestato. Questo periodo, senza dubbio, è stato il decennio successivo ai primi anni 2000. Mentre le battaglie tra Subaru e Peugeot avevano caratterizzato gli anni precedenti, gli anni 2004-2012 hanno visto il dominio assoluto di Citroën, guidato dalla leggenda Sébastien Loeb.

Loeb ha inciso il suo nome nella storia del rally con una straordinaria serie di nove titoli piloti consecutivi, un record che sembrava insuperabile. Accanto a lui, la Citroën ha conquistato otto titoli costruttori in soli dieci anni, stabilendo uno standard di eccellenza senza pari.

I primi tre titoli di Loeb sono stati ottenuti a bordo della Citroën Xsara WRC, un’auto che ha segnato un’epoca nel mondo del rally. Ma è stato il passaggio alla C4 WRC nel 2007 che ha ulteriormente consolidato il suo dominio. Tuttavia, è stato nel 2011 che la Citroën ha introdotto un’auto che avrebbe scritto nuove pagine di gloria nel motorsport: la Citroën DS3 WRC.

La DS3 WRC era una sintesi di tecnologia e ingegneria avanzate. Dotata di un motore quattro cilindri in linea turbocompresso da 1,6 litri, che erogava circa 300 cavalli, compensava la sua potenza limitata con un peso ridotto e una maneggevolezza eccezionale. Nonostante le restrizioni tecniche imposte, come la flangia del turbo obbligatoria da 33 mm e la pressione della turbina da 2,5 bar, la DS3 si è dimostrata una forza dominante nelle gare.

Il debutto della DS3 WRC al Campionato del Mondo Rally 2011 è stato trionfale, con Sébastien Ogier e Julien Ingrassia che hanno ottenuto una vittoria al Rally del Portogallo, seguita da altri successi in Grecia, Germania e Francia. Sebbene Loeb abbia continuato a dominare il campionato con la DS3, Ogier si è rivelato una rivelazione, dimostrando il potenziale della nuova vettura con cinque vittorie.

Tuttavia, l’addio di Ogier alla Citroën prima della stagione 2012 ha segnato una svolta. Il suo posto è stato preso da Mikko Hirvonen, ma la DS3 WRC ha continuato a competere con onore, ottenendo risultati significativi sotto la sua guida e quella di altri piloti successivi.

Dopo la fine della sua carriera ufficiale, il telaio 06 della DS3 WRC ha subito una revisione completa presso Citroën PH Sport, ritornando alle gare con una nuova vitalità. Passando attraverso le mani di diversi team e proprietari, l’auto ha continuato a competere e a dimostrare la sua resistenza e la sua eccellenza tecnica.

In mano di appassionati di rally che ne apprezzano la storia e il prestigio e se ne prendono cura, il suo impeccabile stato di conservazione e la sua livrea originale la rendono un’autentica testimonianza del trionfo della DS3 WRC e del dominio indiscusso di Citroën nel mondo del rally durante gli anni d’oro del campionato. La leggenda vive ancora, incastonata nelle curve e nei ricordi di ogni curva affrontata.