,

Volkswagen Golf di ieri e di oggi alla 24 Ore del Nurburgring

Accanto alla recente GTI Clubsport da 348 CV gli appassionati potranno ammirare sulla pista tedesca anche tre GTI di oltre quarant’anni fa

Venerdì 31 maggio alle 16:30, davanti a migliaia di spettatori, Volkswagen svelerà in occasione della 24 Ore del Nürburgring la nuova Golf GTI Clubsport, la più potente Golf a trazione anteriore di sempre. La Golf GTI Clubsport 24h che sarà schierata al Nürburgring dal team Max Kruse Racing dimostra il potenziale della nuova GTI Clubsport, sviluppata proprio a partire dalla versione di serie. Questa vettura da corsa è stata costruita da Volkswagen Motorsport, poi trasferita a Volkswagen Classic nel 2021 al termine delle attività agonistiche, per essere infine riattivata e ulteriormente perfezionata dal pilota Benny Leuchter e dal suo team appositamente per l’impiego in pista.

La Golf GTI Clubsport 24h da 348 CV prenderà il via nella classe AT3 (SP3T/veicoli con “carburanti alternativi”), poiché il suo motore 2.0 turbo sarà alimentato da un nuovo biocarburante E20 sviluppato da Shell. Questo carburante ad alta resistenza alle detonazioni, grazie ad un adattamento software, permette un funzionamento nettamente più efficiente del motore GTI di serie, riducendo le emissioni di CO2 dal 35 al 40% rispetto ai classici biocarburanti E5 ed E10. Con i suoi 270 km/h di velocità massima, la Golf GTI Clubsport 24h offre prestazioni da primato. Il merito è della sua base tecnica: con 1.170 kg di peso ed un rapporto peso/potenza di 3,36 kg/CV, la Volkswagen manda una coppia massima di 450 Nm alle ruote anteriori.

Il team Max Kruse Racing schiera Benny Leuchter, vincitore di classe alla 24 Ore del Nürburgring 2017 con la Golf GTI TCR con Johan Kristoffersson, 6 volte campione del mondo di Rallycross con Volkswagen. Il team è completato dagli specialisti della Nordschleife Nico Otto e Heiko Hammel.

Prima della gara principale, tre Golf GTI di prima generazione creeranno un’atmosfera fantastica tra gli spettatori della 24 Ore Classic del Nürburgring. Tutte e tre le auto prenderanno il via con il team KWL Motorsport, che festeggia i suoi 45 anni di attività nel 2024, un doppio anniversario perfetto con i 50 anni della Golf. La squadra di Burscheid schiererà una leggendaria Golf GTI 16S Oettinger del 1981 con 208 CV, appartenente al Gruppo 4. Non da meno la mitica GTI Kamei del 1978 con 183 CV del Gruppo 2. La terza classica indosserà una livrea celebrativa dei 50 anni della Golf: una GTI del 1980 del Gruppo 2 da 184 CV.

Un vero e proprio weekend di culto per gli appassionati del marchio, tra presente e passato dell’iconica Golf GTI, sullo spettacolare palcoscenico del Nürburgring. L’ennesima conferma del legame indissolubile tra Volkswagen e il mitico “Inferno verde”.